Etichette: Igor Levashov [Игорь Левашов] 1964 | Flower painter, Peter Demetz, 1969 | Figurative wood sculptor, Wassily Kandinsky | Abstract / Expressionist painter, Jack Vettriano, 1951 | Realist / Figurative / Genre painter, Judith Bridgland, 1962 | Landscape painter, Novità: guadagna un Bounty di 3,00 € promuovendo Prime Video Channels, Collection of Quotes, Poems and Literature, Tutt'[email protected] | Pittura • Scultura • Poesia • Musica. Se ci trovassimo davanti ad un quadro come gli altri, questa tela di Tintoretto Venezia dovrebbe terminare così, con Cristo e gli apostoli, ma non è così. Paolo Veronese en devoa graet un Ultima Cena e 1571, adanvet Convito in casa di Levi (Koan e ti Levi) abalamour d'an Inkizision. Dal linguaggio parmigianinesco, agevolato in area veneta dalla circolazione di stampe e disegni, e di cui Schiavone fu il mediatore principale, Jacopo derivò una tecnica di tocco fluido e sciolto, connessa a una rappresentazione della figura allungata e sinuosa. De familia umile, fizu de unu tintore, guasi autodidatta.Una de sa oberas primas suas chi l'hat fattu connoschere est istada sa tela: San Marco libera lo schiavo dalla tortura. Tintoretto donated this painting to the Confraternità di San Rocco of which he was a member, and it was placed in the central section of the ceiling of the salon on the piano nobile. Attraverso le sue opere prese parte al dibattito sul primato delle arti, tenendo sempre alto il confronto con la cultura centro-italiana; frequentò gli ambienti legati all’Accademia Pellegrina e nel 1553 Doni gli dedicò le Rime del Burchiello, per ricambiare l’omaggio del suo ritratto, oggi perduto. 20121 Milano, © 2020 Pinacoteca di Brera. 6. Tintoretto, Jacopo Robusti, nadu T. (Venezia 1519- 1594). Allo stesso tempo il confronto con Paolo Veronese, affermatosi in Palazzo ducale, si fece più pressante. Diego de Silva Velázquez: “La Última Cena”, copia del orginal de Tintoretto. Descrizione e stile. Luca Pozzi “The Dark Collection Brera, Between G.B. Gracias al detallado seguimiento histórico de la obra a través de los inventarios conservados en el Archivo General de Palacio y de la Real Academia, y a una serie de reflexiones estilísticas y técnicas sobre ésta, se demuestra que este cuadro es el que, según las fuentes antiguas, copió Diego Rodríguez de Silva y Velázquez del original de Tintoretto durante su primera estancia en Italia Ultima cena – o,Cena a casa di Levi Il dipinto fu commissionato a Veronese nel 1573 dai religiosi della Basilica dei Santi Giovanni e Paolo a Venezia, per sostituire un dipinto di Tiziano andato distrutto nel 1571. Kren and Marx of the Web Gallery of Art remark, ". Con quest’opera Tintoretto dimostrò il suo aggiornamento sulle infinite varianti linguistiche del cosiddetto manierismo internazionale, cui guardò anche per il Tarquinio e Lucrezia dell’Art Institute di Chicago e per le quattro allegorie mitologiche destinate alle pareti dell’atrio quadrato in Palazzo ducale a Venezia (, La mole di lavoro, che lo vide coinvolto anche nella realizzazione dei cartoni per i mosaici di S. Marco, e l’età avanzata indussero Tintoretto a delegare sempre più spesso l’esecuzione materiale delle opere ai collaboratori, membri della famiglia quali i figli Marietta, Domenico e Marco, o artisti italiani e fiamminghi come Antonio Aliense, Andrea Vicentino, Paolo Fiammingo, Maarten de Vos e Lodovico Pozzoserrato (, Grazie a una sapiente regia luministica unita a una personale interpretazione dei testi sacri, pur sempre fedele alle norme tridentine, Tintoretto riuscì a conferire al ciclo mariano un tono di spiritualità simile ai «, I brani più suggestivi, dove la critica intravede un maggiore grado di autografia, quali l’Adorazione dei Magi, che Marco Boschini (1660, 1966) paragonò a un «gran concerto», Gli ultimi anni furono scanditi dalla tragedia personale della scomparsa dei figli Marietta, nel 1590, e Zuan Battista, nel 1593, che l’anziano maestro sembrò trasfondere nelle ultime tele attraverso un luminismo quanto mai esasperato, quasi integrale: «. His earlier paintings for the Chiesa di San Marcuola (1547) and for the Chiesa di San Felice (1559) depict the scene from a frontal perspective, with the figures seated at a table placed parallel to the picture plane. The Last Supper , by Jacopo Robusti known as Tintoretto 16th Century, oil on canvas, 538 x 487 cm. È il caso dei dipinti per la cappella del Ss. Venice - The Decapitation of st. Paul ( Ultima cena – o,Cena a casa di Levi Il dipinto fu commissionato a Veronese nel 1573 dai religiosi della Basilica dei Santi Giovanni e Paolo a Venezia, per sostituire un dipinto di Tiziano andato distrutto nel 1571. English: San Giorgio Maggiore Last Supper by Jacopo Tintoretto. Nell’Ultima Cena le volute asimmetrie della composizione, la marginalità di Cristo, i colori insolitamente cupi, la quotidianità dell’ambientazione coinvolgono lo spettatore toccandolo in profondità. L'ultima Cena (Ar Goan diwezhañ), 365 x 568 cm; La deposizione nel sepolcro, 288 x 166 cm; Oberennoù lakaet war e gont. From Wikimedia Commons, the free media repository. Al fine di ottenere una corretta veduta delle figure scorciate, inoltre, sospendeva con fili alcuni modelli alle travature, «. Nella lettera di ringraziamento del gennaio del 1545, lo scrittore si fece primo banditore del talentuoso giovane, le cui immagini gli sembrarono «. E non è la sola allusione, poiché, discorrendo del decoro delle invenzioni, il letterato giudica sconveniente anche il telero ducale con la Scomunica di Federico Barbarossa da parte del papa Alessandro III, consegnato nel 1553 e oggi perduto. Veronese è presente in Pinacoteca conun nucleo importante di opere. ultima cena - ultima cena stock pictures, royalty-free photos & images Last Supper , by Bonifacio Bembo, 15th Century, fresco. Ultima Cena: Veronese e Tintoretto a Confronto Jacopo Rubusti (tintoretto) Vita in breve Pala Bevilacqua Pala Giustiniani Vita in breve Ritrovamento del corpo di San Marco '' La scuola grande'' Paolo Caliari ( Veronese) - Nato a verona nel 1528 Paolo Veronese muore il 19 aprile De familia umile, fizu de unu tintore, guasi autodidatta.Una de sa oberas primas suas chi l'hat fattu connoschere est istada sa tela: San Marco libera lo schiavo dalla tortura. Les Noces de Cana. Prima di sottoscrivere leggere attentamente l’informativa della privacy, © 2019 Pinacoteca di Brera. La spiegazione è tratta dal volume "Tintoretto… Di questa attività si conservano le sei tavole del Kunsthistorisches Museum di Vienna (1543-44) con scene bibliche – forse dossali di cassoni – già ritenute di Schiavone prima che Detlev Freiherr von Hadeln (1922) le restituisse a Jacopo. L'Ultima cena è un dipinto del pittore veneziano Tintoretto realizzato intorno al 1592-1594 e conservato nella Basilica di San Giorgio Maggiore a Venezia. Tintoretto, Ultima Cena, Venezia, San Giorgio Maggiore, 1594 Recommended Tintoretto Jaciara Souza. Oltre al pretesto di sperimentare nuove soluzioni luministico-spaziali, la committenza ecclesiastica offrì a Tintoretto la possibilità di approfondire molti temi a lui cari. Le nain des Noces de Cana de Véronèse, ed. Gant Andrea del Sarto. 4. Real Academia de Bellas Artes de San Fernando, Madrid. Siamo precisamente nel 1579: è un anno d’oro per questo artista. ), trova conferma in molti disegni autografi e negli esercizi da diversi punti di vista del Sansone che lotta con un filisteo (Rossi, 1975). Réunion des Musées Nationaux, 1992 - (ISBN 2711826627) Huguenin, Daniel. L’originalità della composizione dovette suscitare un certo ‘disparere’ tra i confratelli e la conseguente irritazione di Robusti, che dopo la consegna si riportò il dipinto in bottega, salvo riconsegnarlo dietro sollecitazioni dei suoi sostenitori. Qui Tintoretto sovvertì le regole del rapporto rinascimentale tra luce e spazio, suscitando l’entusiasmo manierista di Vasari, che lodò il dipinto come una delle migliori opere dell’artista: A questo periodo, che a ben ragione è stato definito in continuo movimento, secondo un percorso «, All’aprirsi del sesto decennio, ad alimentare l’ispirazione figurativa di Tintoretto intervenne un «nuovo senso panico della natura» (Pallucchini, 1950, p. 132), che le Storie della Genesi provenienti dalla Scuola della Ss. La Última Cena. Tintoretto also painted his grandest single piece, Paradise, a massive painting noted as the largest ever created on canvas. È un'opera perfettamente in linea con gli altri dipinti del medesimo pittore. Via Brera, 28 Download and buy this stock image: The Last Supper (L'ultima cena), by Jacopo Robusti known as Tintoretto, 1578-1581, 16th Century - MDO-1855906 from agefotostock's photo library of over 110+ million high resolution stock photos, stock pictures, videos and stock vectors I caratteri stilistici del dipinto risentono ancora di suggestioni pordenoniane, non solo nel plasticismo delle figure, ma anche nella capacità del maestro di articolarne le attitudini con scioltezza, per mezzo di un linguaggio che appare già indipendente. Altrettanto decisivo fu l’avvento dei cosiddetti «demoni etruschi» (Longhi, 1946, p. 23): Francesco Salviati, Giuseppe Porta e Vasari, giunti a Venezia tra il 1539 e il 1541 (Pallucchini, 1950). This gave his work an exaggerated feel in light and movement, achieving something much different from his goal of design and color. Con lo stesso gusto popolaresco, nutrito di fiducia incondizionata nell’intervento divino per la salvezza dell’uomo, Jacopo affrontò le tele absidali della chiesa di S. Cassiano, dipinte nel 1565-68: la Resurrezione di Cristo per l’altare maggiore e i due teleri laterali con la Crocifissione e il Cristo al Limbo. Ver más ideas sobre renacimiento italiano, renacentismo, painting. 1620 Madrid, Museo Nacional del Prado. refectory of the museo del cenacolo di sant'apollonia with the ultima cena, a fresco by andrea del castagno, florence, italy - ultima cena photos et images de collection Last Supper , by Paolo Caliari known as Veronese, 16th Century, oil on canvas, 220 x 523 cm. Tintoretto - 1579-1581 oil on canvas - 538x487 cm Scuola Grande di San Rocco, Venezia. Entrambi lavorano a Venezia, e capiscono che non possono eseguire affreschi perché il clima è molto umido … An oil painting on canvas executed in 1592–1594, it is housed in the Basilica di San Giorgio Maggiore in Venice , Italy. Quando Napoleone immaginò il Louvre d‘Italia. Sullo scadere del sesto decennio sposò Faustina Episcopi, figlia di Marco Episcopi, anch’egli originario di Brescia e «guardian da matin» della Scuola grande di S. Marco al tempo della committenza del Miracolo dello schiavo (. Infatti Ridolfi (, Alla fine degli anni Quaranta Jacopo aveva già ritratto il doge Francesco Donà, e con l’elezione di Girolamo Priuli (. La cosiddetta «crisi manieristica» (Coletti, 1941) offrì ai pittori della laguna i mezzi per superare la tradizione giorgionesca e adattarsi ai nuovi orientamenti della committenza. | di Marsel Grosso -  © Treccani Dizionario Biografico degli Italiani. 24-apr-2016 - Esplora la bacheca "Arte - Tintoretto" di Michele Forte, seguita da 15186 persone su Pinterest. Le prime quattro furono completate nel marzo del 1579 e collocate nella sala dei Marchesi del Palazzo ducale di Mantova; la commissione delle altre quattro arrivò il 1° ottobre. File; File history; File usage on Commons; Size of this preview: 413 × 600 pixels. Con quest’opera, destinata alla sala capitolare della Scuola grande di S. Marco, Tintoretto raggiunse un equilibrio cromatico-plastico fino ad allora inedito, dimostrando di aver acquisito la nozione michelangiolesca secondo cui la pittura è tanto più buona quanto più tende al rilievo. File:Jacopo tintoretto, ultima cena, 1592-94, 01.JPG; File usage on other wikis. The painting is located in the Great Hall of the Upper Scuola Grande di San Rocco. È un'opera perfettamente in linea con gli altri dipinti del medesimo pittore. 20-giu-2017 - Esplora la bacheca "Tintoretto(Jacopo Robusti 1518-1594)" di Antonella Santoro su Pinterest. All’impresa presero parte Battista Franco, Giulio Licinio, Schiavone, Giuseppe Porta, Giovanni de Mio e i veronesi Giovanni Battista Zelotti e Paolo Caliari, detto il Veronese, al quale ultimo toccò il premio della catena d’oro decretato da Tiziano e da Iacopo Tatti, detto il Sansovino. Il riferimento è alle tavole con i Ss. L'opera pittorica completa di Tintoretto, a cura di Pierluigi de Vecchi, Rizzoli, Milano, 1970-1999 Ha un sacco di incarichi e … Ha due committenze diverse: Tintoretto per la chiesa, Veronese per i nobili e le ville veneziane. L’utilizzo di calchi inviati da Daniele da Volterra, «cavati dalle figure delle Sepolture de’ Medici […] cioè l’Aurora, il Crepuscolo, la Notte, e il Giorno, sopra quali fece studio particolare, traendone infiniti disegni a lume di lucerna, per comporre, mediante quelle ombre gagliarde che fanno que’ lumi, una maniera forte e rilevata» (ibid. In order to bring great detail and spatial perspective to his work, Tintoretto molded wax models and experimented with their appearance in light. Tintoretto Venezian jaio zen, Veneziako Errepublikan, 1518an.Bere aita, Giovanni izenekoa, tindalaria zen. ‘The Last Supper’ was created in 1547 by Tintoretto in Mannerism (Late Renaissance) style. Intorno a loro si affrettano a servire i domestici mentre sul soffitto aleggiano figure di angeli. Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte. 1562-1563 - Département des Peintures Eppure, a parte qualche supplica e un biglietto al cardinale Ercole Gonzaga datato 9 maggio 1562, non si conserva alcuna lettera privata. Verso il 1564 Tintoretto rientrò a Palazzo ducale per realizzare la decorazione soffittale dell’atrio quadrato con l’ottagono centrale raffigurante il Doge Nicolò Priuli presentato da s. Marco alla Giustizia e alla Pace, e in sequenza: il soffitto della saletta degli Inquisitori, il telero con, In breve divenne responsabile di un gusto celebrativo che dilagò negli anni del dogado di Alvise Mocenigo e venne subito echeggiato da quei pittori delle «, Il Paradiso, posto nella sala del Maggior Consiglio nel 1592, con il suo spazio dilatato ad infinitum (, Oltre all’attività religiosa e di Stato –, Da Guglielmo duca di Mantova nel 1578 arrivò la commissione dei Fasti gonzagheschi (. This scene from the New Testament (John 13, 1-20) shows the moment just before the Last Supper, when Jesus washed Saint Peter´s feet as an example of humility and service to others. and Venetian Colour Painting, Catholic Counter-Reformation saint (Saint Rocco of Montpellier) supposedly offered protection from Ducale, Venice). CONVITTO IN CASA LEVI: è un grande olio su tela, convitto cioè cena. He was one of the best known Venetian painters next to Titian (1485 - 1576), having very briefly trained under the master. Per l’impostazione generale della scena, dominata dall’arrivo improvviso del santo che precipita sulla folla, l’artista ripropose l’interpretazione del tema che Sansovino aveva offerto in un bassorilievo bronzeo per uno dei pergoli della basilica di S. Marco. Martino e Cristoforo eseguite dal friulano circa trent’anni prima, a cui si rifà l’impaginazione architettonica del colonnato con il soffitto a cassettoni di scorcio. Visualizza altre idee su Rinascimento italiano, Pittore, Arte rinascimentale. Giovanu cando in Venezia dominaida s'arte de Tiziano.Fortzis est istadu po tempus pagu in sa buttega de Tziano. Sono questi gli anni in cui l’incontro con Schiavone assunse un peso determinante nella storia del pittore, non solo nel genere decorativo per mobilio, come si è detto, o dei dipinti di piccolo formato, ma anche in opere di maggiore impegno, quali la Disputa di Gesù al Tempio del Museo del Duomo di Milano, la Cena in Emmaus dello Szépművészeti Múzeum di Budapest e la pala della Presentazione di Gesù al Tempio della chiesa di S. Maria dei Carmini, già creduta da Vasari opera del collega dalmata. Other resolutions: 165 × 240 pixels | 330 × 480 pixels | 529 × 768 pixels | 705 × 1,024 pixels | 1,654 × 2,402 pixels. Delle numerose "Ultima cena", questa colpisce di più per l'ambientazione particolare e per i suggestivi effetti della luce. The Last Supper (Italian: Il Cenacolo [il tʃeˈnaːkolo] or L'Ultima Cena [ˈlultima ˈtʃeːna]) is a late 15th-century mural painting by Italian artist Leonardo da Vinci housed by the refectory of the Convent of Santa Maria delle Grazie in Milan, Italy.It is one of the Western world's most recognizable paintings. Allo stesso tempo ne mise in luce i limiti dovuti alla «brevità del fare» (la velocità di esecuzione), affermazione con cui istituì un topos letterario che non avrebbe mai più abbandonato Jacopo, nel bene e nel male. L'Ultima Cena di Jacopo Tintoretto, Chiesa San Polo, Venezia, circa, 1575. Facciamo un passo indietro negli ultimi 20 anni della vita di Jacopo Robusti. Image of christianity, stefano, faith - 58952741 Nell’Ultima Cena le volute asimmetrie della composizione, la marginalità di Cristo, i colori insolitamente cupi, la quotidianità dell’ambientazione coinvolgono lo spettatore toccandolo in profondità. Last Supper, oil painting by Tintoretto, 1594; in the church of San Giorgio Maggiore, Venice. Gant Nicolas Poussin (1647) Cenacolo gant Il Peruggino. Art Resource, New York; In early Christian art the presence of a fish on the table symbolizes the institution of the Eucharist. For more Four years later Jacopo Tintoretto began his pictorial decorations of the rooms. Influenzato dalla coeva pittura di Tintoretto, Veronese divide asimmetricamente lo spazio e colloca la mensa e la figura di Cristo in posizione decentrata, costringendo l’occhio dello spettatore a cercare il soggetto della rappresentazione e a farsi coinvolgere così nel dramma raffigurato. The third piece, The Miracle of Saint Mark Freeing the Slave, shows his skillful use of fore-shortening and bold contrasts between light and shading. La storia della sua formazione rimane oscura e imbastita di aneddoti romanzeschi. Nel contempo i quattordici ottagoni con storie tratte dalle Metamorfosi di Ovidio della Galleria Estense di Modena, commissionati negli stessi anni da Vettor Pisani per un soffitto del suo palazzo a S. Paternian, denunciano rimandi così puntuali alle istanze di Giulio Romano nella sala di Psiche a palazzo Te da rendere verosimile l’ipotesi di un sopralluogo di Jacopo a Mantova a ridosso della loro esecuzione. Veronese è presente in Pinacoteca conun nucleo importante di opere. Comparaison avec d’autres notices : La récolte de la manne (version de San Giorgio Maggiore) - Tintoret 1. Paolo CALIARI, dit VERONESE. Raffaello Borghini (1584, 1967) riferisce che fin dagli inizi della sua carriera Jacopo «prese per principal maestro l’opera del divino Michelangelo […] ma nel colorito dice di aver imitato la natura e poi particolarmente Tiziano» (p. 551). In realtà doveva rappresentare l’ultima cena, viene commissionata dalla chiesa. Tintoretto had high ambitions, and adorned an inscription in his studio that said, "Michelangelo’s design and Titian’s Color". L’opera fu commissionata dalla Scuola veneziana del Santissimo Sacramento per la chiesa di Santa Sofia. L'Ultima cena è un dipinto del pittore veneziano Tintoretto realizzato intorno al 1592-1594 e conservato nella Basilica di San Giorgio Maggiore a Venezia. TINTORETTO Dopo Tiziano c’è il Tintoretto che nasce a Verona. 5. A short list of notable works Tintoretto painted here include the Crucifixion, Annunciation, St. Roch presented to the Pope, St. Roch taken to Prison, The Pool of Bethesda, St. Roch curing the plague victims, St. Roch comforted by an Angel, St. Roch in Solitude, and St. Roch healing the Animals, but the many masterful works of his in the church are too many to list here. Pur essendo debitore del più anziano maestro, da cui apprese la fondamentale lezione della fusione tra luce e colore e una certa morbidezza di incarnati, Tintoretto ne rifiutò sempre la componente epico-eroica, preferendo una messa in scena meno aulica eppure di impatto, così da rendere immediata la percezione visiva della fisica esistenza dell’effigiato. Collection privée) - (ISBN 2910721418) Les Noces de Cana de Paul Véronèse avec une notice biographique par Théophile Gautier; Portail de la peinture Dopo aver selezionato uno o più filtri di ricerca, clicca sul bottone Cerca. Prima di arrivare al museo prepara il tuo percorso Altrettanto significativa è la Madonna con il Bambino e sei santi Wildenstein, firmata e datata 1540, un’opera con forti richiami a Michelangelo e alle Sacre Conversazioni di Bonifacio de’ Pitati, in quegli anni a capo di una fiorente bottega in cui, forse, fu impegnato lo stesso Tintoretto. Questa cena si svolge in un ricco palazzo veneziano sul canal grande, è piena di persone ricche e di ceto alto ed è un’ambientazione risalente al secondo 500. Alcuni frammenti di affresco provenienti da Ca’ Soranzo, le fonti letterarie e soprattutto le incisioni di Anton Maria Zanetti (1760), documentano una precoce attività di frescante, dalla quale Jacopo apprese una certa ‘. Per trasmettere la complessità dei significati teologici, Jacopo fece ricorso alla lettura della Bibbia in volgare, come quella del domenicano Santi Marmochino che rappresentò poggiata sul basamento del sarcofago nell’Assunta della Obere Pfarrkirke di Bamberga (, Nel settimo decennio, anche l’attività per la Serenissima iniziò ad assumere proporzioni notevoli. Attualmente e custodito presso le Gallerie dell’Accademia, a Venezia. Non è possibile spiegare l’orientamento del gusto di Tintoretto senza tener conto della cultura manierista di importazione toscoromana ed emiliana che, tra il quarto e il quinto decennio del secolo – complice una frangia del patriziato di orientamento filoromano – investì Venezia. The Last Supper is a painting by the Italian Renaissance artist Jacopo Tintoretto. His work is characterized by its muscular figures, dramatic gestures, and bold use of perspective in the Mannerist style, while maintaining color and light typical of the Venetian School. Veronese: la Cena a casa di Levi. Salta a la navegaci ó Salta a la ... Il Tintoretto, Il Furioso, Jacopo Robusti, Nom de naixement: Jacopo Comin: Descripció : pintor italià: Data de naixement i defunció: 1519 31 de maig de 1594 Lloc de naixement i defunció: Venècia: Venècia: Període de treball: 1539 fins 1594 . The large proportions of the canvas are more accentuated by the canteen arranged diagonally towards the depth, which gives the illusion of an even larger space. L’intuizione prospettico-luministica, lungamente ricercata nel decennio precedente, raggiunse in queste tele brani di profondo pathos religioso. 2. This has been seen numerous times throughout all of art history. Nel settembre del 1580 lo stesso Tintoretto, con la moglie Faustina, si recò a Mantova per assistere personalmente al montaggio dei dipinti nella sala dei Duchi. L’episodio ha luogo entro uno spazio austero, abitato da personaggi abbigliati in modo sobrio e severo. Il racconto di Ridolfi a proposito della commissione dell’Assunta per i Crociferi (, Con quest’ultima opera Tintoretto diede la prova più alta del suo intendimento luministico e cromatico applicato al nudo femminile e, allo stesso tempo, attraverso una resa pittorica elegante e unita, di essere in grado di controllare quel «, Il decennio si chiuse con un’altra opera per S. Rocco, la Probatica piscina (1559). One great example of changing artistic styles can be seen in the Last Supper paintings by Leonardo da Vinci and Tintoretto. 15-oct-2014 - Explora el tablero "Tintoretto" de Claudia Isas, que 253 personas siguen en Pinterest. However, Titian, Tintoretto and Veronese, are not so bad, too! Tristán, Luis Oil on canvas Ca. Avvantaggiato dall'esperienza nel dominare in tempi brevi composizioni grandiose e affollate, come nella potente Crocifissione per la sala dell’Albergo, con una lettera del 27 novembre 1577 indirizzata alla «, Sostenuta da una pratica manuale abilissima, l’attività nel campo religioso non conobbe tregua. Sul finire del 1544 Aretino commissionò a Robusti due dipinti con soggetti mitologici per il soffitto di una camera, uno dei quali identificato con la Contesa di Apollo e Marsia del Wadsworth Atheneum di Hartford, negli Stati Uniti. Via Brera, 28 - 20121 Milano Leonardo and Tintoretto Artistic styles can change very quickly.